Buoni Propositi per la Salute Orale

Buoni Propositi per la Salute OraleInizia un nuovo anno e tra i propositi che vogliamo tutti fare c’è sicuramente quello di prenderci la miglior cura dei nostri denti e restare in piena salute orale.

Diamoci dunque alcune semplici regole da seguire e considerazioni su cui riflettere, diciamo 10 perché si ricordano meglio, per aiutarci in questo proposito:

  1. i denti vanno puliti regolarmente: dopo ogni pasto maggiore, non cerchiamo scuse per pigrizia, è necessario pulire con lo spazzolino la nostra bocca, aiutandoci eventualmente anche con il filo interdentale dopo aver mangiato cibi che lascino molti frammenti nelle intercapedini, quali verdure a foglia larga e carne;

L’Eccellenza Odontoiatrica come chiave per uscire dalla crisi di settore

LEccellenza Odontoiatrica come chiave per uscire dalla crisi di settoreChe siano tempi difficili per l’economie è una non-notizia.

Ci fa invece piacere constatare che a quanto pare, a fronte di una riduzione dei consumi interni (=della domanda su territorio nazionale), l’industria odontoiatrica italiana continui a crescere a due cifre (+15,2%) come presenza all’estero.

Un export galoppante che, a fronte di sempre maggiore competizione internazionale, suggella se ancora ve ne fosse bisogno l‘eccellenza italiana nell’odontoiatria.

Salute: con la crisi gli Italiani evitano il dentista più per risparmiare che per paura

Salute: con la crisi gli Italiani evitano il dentista più per risparmiare che per pauraSecondo un’indagine dell’Osservatorio Sanità di UniSalute, oltre la metà degli italiani over 30 anni non vede il medico odontoiatra da almeno 12 mesi, con ben il 32% che prevede di recarvisi solo per emergenze.

Ulteriori rilevamenti dell’osservatorio proverebbero inoltre che il freno maggiore non è né la paura della poltrona del dentista, ormai un fenomeno che va via via mitigandosi grazie a tecniche e strumenti sempre meno invasivi (è questo ad esempio il caso per Dentista.tv, che impiega sempre le migliori risorse e procedure per ridurre lo stress del paziente), né un’ignoranza in fatto di salute orale che spingerebbe il paziente a ricorrere al medico solo a patologia già insorta.