Igiene dentale

Igiene dentale: consigli per mantenere una corretta salute dei denti

L’igiene dentale è di fondamentale importanza per garantire una corretta e duratura salute dei denti, un sorriso più bello e luminoso e denti bianchi e forti. Per mantenerla dobbiamo integrare alle corrette pratiche di igiene dentale da svolgere a casa quotidianamente, periodiche sedute di pulizia professionale dal dentista.

La pulizia dei denti professionale: quando farla?

Le azioni di pulizia quotidiana dei denti svolte a casa, per quanto ben fatte, non sono sufficienti a rimuovere in maniera definitiva tutti gli accumuli di placca che si depositano sui denti. Per questo, per mantenere una perfetta salute dei denti, è necessario sottoporsi a periodiche sedute di igiene dentale professionale, da svolgersi in studio dal dentista. Ad effettuare la pulizia professionale sarà l’igienista dentale.

Molte persone si domandano ogni quanto effettuare sedute di igiene dentale professionale. In generale, si raccomanda di programmarle ogni 4-6 mesi. Sarà il dentista, comunque, che saprà fornire al paziente indicazioni più specifiche, in base all’eventuale presenza di particolari problematiche o di interventi straordinari richiesti.

Con gli strumenti specifici, il dentista è in grado di rimuovere gli accumuli di placca e tartaro che possono rimanere negli spazi interdentali o sottogengivali. Qui si possono creare i substrati ideali per la proliferazione di batteri potenzialmente molto dannosi per la salute dei denti e dell’intera cavità orale. Le complicazioni del tartaro non trattato portano a infiammazioni, disturbi gengivali, parodontite e piorrea. Nei casi più gravi si può addirittura arrivare alla perdita dei denti.

Come si svolge l’igiene dentale professionale

Durante la seduta di igiene dentale professionale, il dentista o l’igienista dentale provvederà a rimuovere gli accumuli di placca e tartaro dai denti e in quegli spazi difficili da raggiungere durante la pulizia quotidiana a casa.

Il tartaro è una sostanza estremamente dura che, una volta formatasi, può essere rimossa solo con l’utilizzo di attrezzatura professionale. I dentisti utilizzano apparecchi che, vibrando, vanno a rompere i depositi di tartaro, ripulendo il dente.

Una volta terminata la pulizia vera e propria, il dentista utilizzerà particolari strumenti per rimuovere le macchie dentali e provvederà a lucidare i denti.

Durante le operazioni di igiene dentale, il professionista controllerà lo stato di salute di denti e gengive, in modo da accorgersi tempestivamente dell’insorgenza di problemi, come le carie dentali. In accordo con il paziente potrà quindi stabilire la tipologia e la frequenza degli interventi da programmare, così da garantire una perfetta salute della bocca e un’igiene dentale durature nel tempo.

I consigli per l’igiene dentale a casa

La salute dei denti inizia prima di tutto a casa. Il professionista saprà dare a ogni paziente indicazioni specifiche per le operazioni di igiene dentale quotidiane. In base alle condizioni dei denti, alla conformazione della bocca e alle abitudini individuali, infatti, il dentista sa quali operazioni possono essere di particolare importanza e su quali si dovrà imparare ad insistere di più.

In generale, comunque, ci sono buone abitudini che sono sempre valide e che ognuno di noi dovrebbe tenere sempre presenti. Quali sono i consigli per la pulizia dei denti a casa?

  • Lavarsi i denti dopo ogni pasto principale e, in ogni caso, almeno 3 volte al giorno;
  • L’operazione di spazzolamento durante l’igiene dentale casalinga dovrebbe durare almeno 3 minuti;
  • Si raccomanda l’utilizzo del filo interdentale almeno una volta al giorno. Il filo interdentale è fondamentale per una corretta igiene orale, perché riesce a rimuovere gli accumuli di placca anche nei punti dove difficilmente si riesce ad arrivare con lo spazzolino;
  • Sostituire lo spazzolino ogni due mesi circa e, in ogni caso, quando notiamo che le setole iniziano a danneggiarsi;
  • Prestare la stessa attenzione allo spazzolamento dei denti anteriori e dei denti posteriori (generalmente si tende a trascurare qualche zona della bocca).

Precisazioni riguardo alla pulizia dei denti svolta a casa

Spazzolarsi i denti a casa è davvero importante. È fondamentale abituare i bambini, fin dalla nascita del primo dentino, a spazzolare i denti con regolarità.

L’azione dello spazzolino, affinché sia davvero efficace, deve essere svolta nella maniera corretta. È proprio la forza meccanica, infatti, che svolge l’azione pulente. Il dentifricio serve da coadiuvante, con in più la piacevole sensazione di rifrescare l’alito. Anche per questo è importante non scegliere dentifrici troppo abrasivi che, a lungo andare, possono deteriorare lo smalto portando a problemi dei denti.

Come si lavano i denti a casa

Il movimento dello spazzolino durante l’attività di igiene dentale casalinga è molto importante. Prima di tutto perché solo con un’azione efficace possiamo riuscire a rimuovere gli accumuli di cibo e la placca anche dagli spazi più difficili. Un cattivo sfregamento, inoltre, soprattutto se abbinato a un’eccessiva pressione, rischia di ledere la gengiva. A lungo andare, possono presentarsi un aumento della sensibilità agli stimoli come caldo e freddo, recessioni gengivali e sanguinamenti. Si può addirittura arrivare a un danneggiamento dello smalto dentale.

È buona norma chiedere sempre al proprio dentista consigli sul mantenimento dell’igiene dentale, così da imparare a svolgerla nel modo più corretto sia a casa che per quanto riguarda la programmazione delle sedute di pulizia nello studio dentistico.

Sulla parte anteriore sarebbe opportuno effettuare dei movimenti rotatori che dalla gengiva vanno verso i denti, in modo da smuovere i residui allontanandoli dai denti. Evitare i movimenti orizzontali dello spazzolino. Per quanto riguarda la parte interna dei denti anteriori (incisivi e canini) il movimento dovrà essere lineare, dall’interno all’esterno della bocca, facendo particolare attenzione a raggiungere anche le parti più vicine alle gengive, che sono fra quelle dove più di sovente si ritrovano accumuli di tartaro. Per la pulizia dei denti posteriori, in particolare della loro superficie, si effettuano movimenti di vai e vieni.

Una volta terminato con lo spazzolino si passa al filo interdentale. L’azione del filo interdentale, facendo attenzione a passarlo fra ogni spazio interdentale, è davvero importantissima. Va, infatti, a rimuovere gli accumuli di cibo e placca proprio nella zona impossibile da raggiungere con il solo spazzolino, quella fra un dente e l’altro, che è anche la più soggetta allo sviluppo di carie.