La Sedazione Cosciente in Odontoiatria

La sedazione cosciente è una pratica utilizzata da tempo in odontoiatria, nell’implantologia e in altre cure dentistiche, sebbene spesso si pensi il contrario; il protossido d’azoto che viene utilizzato durante questa procedura non è davvero una novità anche se viene spesso spacciato per tale.
Si tratta infatti di un gas utilizzato da moltissimo tempo per sedare pazienti altrimenti non trattabili.

Generalmente si applica in individui portatori di handicap, in pazienti con problemi di tipo psichico o pazienti che hanno una forte fobia per le cure odontoiatriche, molto diffusa sia tra i pazienti più piccoli che tra gli adulti.

Non si tratta di un’attrezzatura costosa e ci sono pochissime controindicazioni, ma nonostante ciò in Italia è poco usata perché non se ne vede la necessità a parte casi molto particolari.
Se il paziente si fida di chi lo cura, non c’e’ nessun bisogno di sedazione. Il migliore sedativo deve sempre essere un odontoiatra che conosca la psicologia di chi gli si affida e si comporti in conseguenza.

Non riteniamo molto utile per gli odontoiatri, questo tipo di strumento anche perché spesso i pazienti hanno più timore di applicare la mascherina sul naso che del trapano!