Imparare a Non Aver Paura del Dentista

La paura del dentista l’abbiamo un po’ tutti fin da piccoli e questo perché le tecniche per la cura dei denti del passato erano spesso dolorose, oggi tutto cambia e la paura del dentista non ha più motivo di esistere anche se si affrontano veri e propri interventi chirurgici anche importanti, come l’implantologia dentale.

Questa tecnica è sempre più richiesta da coloro che hanno problemi di edentulismo, ovvero mancanza di denti, con essa si ottengono impianti dentali fissi del tutto simili per estetica e funzionalità ai denti naturali e quindi si evita il disagio della dentiera.

Tale intervento prevede che l’impianto dentale sia montato all’interno dell’osso mascellare o mandibolare e dopo questa prima fase vengono applicate le protesi esterne, solitamente realizzate in zirconio, una ceramica molto resistente e dal colore simile allo smalto naturale dei denti anche per lucentezza.

I timori possono essere divisi in due fasi, la prima è quella dell’intervento stesso, la seconda riguarda il decorso post operatorio, analizziamo in breve le fasi e i possibili fastidi.

Per quanto riguarda la prima fase, anche nell’implantologia dentale il tempo e le nuove tecnologie vengono in aiuto perché grazie alle moderne tecniche di sedazione, il dolore durante l’intervento è quasi inesistente e anche il risveglio è poco traumatico perché si tratta di interventi mini invasivi, spesso anche senza l’applicazione di punti di sutura, ed effettuati con la massima precisione e quindi senza bisogno di dosi elevate di sedazione.

Per quanto riguarda la fase post operatoria, in passato in seguito ad un intervento di implantologia dentale era elevato il rischio di un rigetto o comunque che, nel tempo intercorrente tra l’impianto e la sua chiusura finale, potesse svilupparsi una carica batterica, oggi tutti questi problemi sono evitati grazie all’utilizzo del titanio.

Di cosa si tratta? Il titanio è un metallo presente in natura, leggero e molto resistente ma soprattutto biocompatibile ed altamente osteointegrabile, questo vuol dire che l’impianto dentale su cui andranno fissate le protesi, ha un rischio di rigetto quasi pari a nulla ed essendo osteointegrabile, il perno, o vite, interna si integra perfettamente all’osso mandibolare o mascellare evitando che si possano creare cariche batteriche e quindi infezioni, tutto questo ovviamente riduce anche il dolore.