Piorrea o Malattia Parodontale: Quali Sono le Cause?

Piorrea, parodontite o malattia parodontale, è il nome di una malattia infiammatoria, che può colpire e distruggere il parodonto ossia il sistema di sostegno dei denti costituito da gengive, osso, cemento radicolare e fibre elastiche di collegamento.

La malattia parodontale può essere sconfitta sul nascere attraverso una corretta igiene orale professionale e periodici controlli presso il tuo dentista di fiducia: se necessiti di un check up odontoiatrico puoi contattare la sede Dentista.tv a te più vicina, i nostri professionisti sapranno indicarti i migliori trattamenti per contrastare la malattia parodontale.

La malattia parodontale può originarsi da numerosi fattori di diversa natura, tra i quali possiamo elencare

  • Placca Batterica: questa è la causa principale ed è dovuta ad una igiene orale non corretta.
  • Virulenza dei Batteri: in alcuni pazienti i batteri sono più aggressivi che in altri pazienti
  • Ereditarietà: una persona su tre è predisposta geneticamente allo sviluppo della malattia parodontale per cui se un nostro familiare ha avuto questo tipo di patologia anche noi siamo potenzialmente più predisposti
  • Risposta dell’organismo infetto ai batteri presenti nella placca, la risposta può essere fortemente individuale e legata allo stato immunitario di ognuno di noi
  • Fumo: i fumatori sono più predisposti ad ammalarsi di piorrea.
  • Diabete mellito e altre malattie, favoriscono lo sviluppo della malattia parodontale
  • Gravidanza: tutti i cambiamenti ormonali nella donna come ad esempio quelli dovuti allo stato interessante, possono rendere le nostre gengive più deboli
  • Stress-Ansia-Depressione: rendono più debole la risposta immunitaria nel combattere le infezioni.
  • Farmaci: gli immunosoppressori, i contraccettivi, gli antidepressivi ed altri farmaci possono influire negativamente sulla salute orale.
  • Bruxismo: ovvero il digrignamento dei denti, può causare l’indebolimento delle strutture che li sorreggono.

Tra i principali sintomi precoci della malattia parodontale troviamo l’alito cattivo, il sanguinamento e il gonfiore delle gengive, tra i sintomi tardivi della piorrea troviamo l’alitosi marcata la recessione gengivale e la mobilità dentale.

Se soffri anche soltanto di uno di questi sintomi ti consigliamo di recarti quanto prima presso il tuo dentista di fiducia: presso le sedi Dentista.tv troverai specialisti del settore odontoiatrico che si prenderanno cura della salute della tua bocca anche attraverso sedute di igiene orale professionale per contrastare la formazione di placca e tartaro tra i principali nemici della salute dei tuoi denti.

La prima cura per la malattia parodontale è la prevenzione: controlli periodici dal dentista prevengono l’insorgere della piorrea e delle complicazioni ad essa correlate.

Se la malattia parodontale ha già consumato in parte il sistema di sostegno dei tuoi denti recandoti in una delle sedi Dentista.tv specialisti del settore sapranno consigliarti come sostituire uno o più elementi dentari persi con “radici artificiali” attraverso l’implantologia dentale.
 
 

Prenditi cura del tuo sorriso, la prevenzione è importante.

 

Denti sensibili al freddo? cause, sintomi e rimedi per contrastare l’ipersensibilità dentale anche in Inverno

I tuoi denti sottoposti ad uno stimolo esterno come il contatto con un liquido caldo o freddo, diventano doloranti? In inverno, quando le temperature si abbassano, siamo maggiormente soggetti al mal di denti e se il dolore è prolungato non sottovalutare questo campanello d’allarme: sei nell’articolo giusto per scoprire quali sono le cause, i sintomi e i rimedi per contrastare la sensibilità dentale.


Indice
1.Che cos’è la sensibilità dentale?
2.Cause e i sintomi dei denti sensibili
3.Come curare la sensibilità dentale a casa e dal dentista


1.Che cos’è la sensibilità dentale?
La sensibilità dentale, o ipersensibilità, è la sensazione che si avverte quando i denti reagiscono ad uno stimolo esterno, termico, chimico o tattile.

Questa condizione è causata da un’esposizione della dentina, la struttura portante del dente che racchiude la polpa dentaria (link all’articolo struttura del dente); la dentina è un tessuto poroso attraversato da fibre nervose e quando lo smalto che la ricopre è compromesso o usurato, avremo l’insorgere della fastidiosa e intensa sensazione di sensibilità dentale.

In questo articolo scopriamo cosa possiamo fare per contrastare questa dolorosa condizione e quali sono i rimedi che i professionisti di Dentista.tv utilizzano per curare i pazienti affetti da denti sensibili.
 
 
2. Cause dei denti sensibili
Le principali cause che portano all’insorgere della ipersensibilità dentale possono essere fisiologiche o patologiche, scopriamole insieme:

  • Cambio di stagione: in inverno, quando le temperature si abbassano, siamo maggiormente soggetti al mal di denti a causa della retrazione gengivale, questa sensibilità “meteorologica” può essere contrastata da una buona igiene orale quotidiana e professionale per mantenere in salute lo smalto dei denti.
  • Fattori traumatici abrasivi: spesso i denti vengono spazzolati in maniera non corretta o aggressiva, esercitando troppa pressione con spazzolini non idonei o utilizzando prodotti chimici che possono provocare abrasioni dello smalto.
  • Fattori erosivi: consumare assiduamente cibi e bevande acide e zuccherate o l’assunzione di determinate tipologie di cibi può comportare un indebolimento dello smalto; se soggetti a sensibilità dentale è consigliato, oltre che seguire una dieta povera di zuccheri e alimenti acidi, prediligere alimenti che non favoriscano l’insorgere di carie e che siano consumati a temperatura ambiente.
  • Bruxismo: il digrignamento notturno involontario dei denti può portare all’esposizione del tessuto dentinale e conseguente causare ipersensibilità dentale.
  • Cause patologiche: malattie croniche infettive provocate dalla placca batterica che colpisce la struttura di ossa e gengive come la piorrea sono una tra le prime cause di sensibilità dentale, da non sottovalutare anche la recessione gengivale causata dai colletti dei denti scoperti (trattabili attraverso apposite otturazioni in composito).
  • Effetti collaterali di terapie errate: alcuni trattamenti odontoiatrici come lo sbiancamento se eseguiti in maniera impropria o casalinga possono causare gravi abrasioni dello smalto.

Queste sono solo alcune delle possibili cause della ipersensibilità dentale, non è da escludersi una predisposizione genetica per la quale bisogna comunque adoperare i rimedi e le cure che vedremo in seguito in questo articolo oltre a consultare il proprio dentista che attraverso un check up dentale completo saprà risalire alla causa dei vostri denti sensibili.
 
 
3.Come curare la sensibilità dentale a casa e dal dentista
Il primo passo verso la cura della sensibilità dentale è la prevenzione: se vuoi puoi fissare un appuntamento con il tuo dentista di fiducia presso la sede Dentista.tv a te più vicina.
Nelle nostre sedi troverai esperti del settore odontoiatrico che sapranno indicarti se la sensibilità dei tuoi denti è dovuta ad una condizione patologica più complessa come carie o malattie parodontali oppure se è causata da uno dei fattori sopra elencati.

Nelle sedi Dentista.tv i nostri esperti utilizzano diverse tipologie di terapie professionali in base alla gravità dell’ipersensibilità del paziente: la principale terapia utilizzata in studio è la fluoroprofilassi, che si basa sulla somministrazione di alcuni particolari principi attivi e resine fluorurate direttamente sulla superficie del dente per rinforzare lo smalto sigillando i tubuli dentinali.

Un altro trattamento indispensabile per rafforzare la salute dei denti è l’igiene dentale professionale: nelle nostre sedi potrai effettuare diverse tipologie di igiene utili ad eliminare il tartaro e la placca batterica che sono tra i principali nemici dei denti.

Il dentista potrà consigliare al paziente anche terapie da eseguire direttamente a casa come l’utilizzo di dentifrici e colluttori a base di fluoro specifici per i denti sensibili e indicare al paziente alcune buone abitudini come spazzolare delicatamente i denti con uno spazzolino morbido, non utilizzare agenti aggressivi e limitare il consumo di cibi o bevande acide e contenenti zucchero.

Se desideri conoscere ulteriori informazioni riguardo le cure per la sensibilità dentale o fissare una visita nell’orario che preferisci, rivolgiti alla sede Dentista.tv a te più vicina: uno specialista del settore saprà indicarti il percorso migliore per tornare ad avere un sorriso in salute.
 

Prenditi cura del tuo sorriso, la prevenzione è importante.

 

Cosa fare quando si scheggia un dente

In questo articolo ti consigliamo cosa fare quando un dente si scheggia e quali sono le soluzioni che gli specialisti del settore odontoiatrico che lavorano nelle sedi Dentista.tv adoperano, spesso attraverso l’odontoiatria estetica. Continua a leggere

Come migliorare i denti storti in bambini ed adulti

La diagnosi per capire se si hanno i denti storti è molto semplice: basterà sorridere davanti ad uno specchio e potremo subito osservare se il nostro sorriso presenta imperfezioni, non solo estetiche. Continua a leggere

Otturazione che cos’è?

L’otturazione è una procedura odontoiatrica conservativa molto comune utilizzata dai dentisti per ricostruire denti danneggiati come denti con carie o denti scheggiati.

L’importanza del sorriso: perché prendersene cura

Un gesto apparentemente semplice, che non dovremmo mai trascurare e che nasconde un significato grandissimo. Stiamo parlando dell’importanza del sorriso. Il volto e il modo in cui ci poniamo sono le prime cose che le persone che incontriamo vedono di noi, e sono fondamentali per fare o meno una bella impressione.

Continua a leggere