Implantologia Tradizionale e Implantologia Transmucosa

L’implantologia transmucosa è una tecnica minimamente invasiva che non prevede ne il taglio della gengiva ne i punti di sutura, con questa tecnica è possibile risolvere molti casi tuttavia in alcuni casi quando ad esempio vi è una quantità minima di osso questa tecnica non è utilizzabile, solo durante una visita con gli opportuni esami radiografici si potrà valutare il caso.

LA TECNICA TRANSMUCOSA

Nella TECNICA TRANSMUCOSA si inietta una dose di anestesia e poi bisogna alloggiare l’impianto nel foro creato da varie frese.

Questa tecnica quando utilizzabile porta dei grandi vantaggi al paziente: nessun utilizzo del bisturi quindi non verranno utilizzati neppure i punti di sutura e vi sarà minore sanguinamento.

Essendo un intervento semplificato sarà anche più veloce, più facile e talvolta più economico.

Il periodo post-operatorio, di solito, data la minima invasività dell’intervento risulterà meno traumatico, questo spesso permette di limitare l’utilizzo di farmaci, raramente compare gonfiore, quasi mai ematomi, niente punti di sutura, poco o nessun sanguinamento e ritorno ad una vita normale dopo pochi giorni.

La tecnica tradizionale invece prevede il taglio della gengiva con il bisturi, lo scollamento della gengiva dall’osso ed infine i punti di sutura.

La tecnica transmucosa è una tecnica minimamente invasiva che, quando utilizzabile, permette ai pazienti di tornare alla normalità dopo pochi giorni.

NOTA: su internet ci è capitato di leggere che gli impianti della tecnica tradizionale sono migliori di quelli utilizzati per la tecnica transmucosa, questa è una notizia falsa perché in entrambe le tecniche si utilizzano sempre impianti in titanio della stessa qualità, ciò che cambia è solamente il “percorso”.

VANTAGGI DELL’IMPLANTOLOGIA TRANSMUCOSA

  • Minor utilizzo di farmaci nel periodo pre-operatorio.
  • Anestesia in dosaggio minore.
  • Nessun utilizzo del bisturi.
  • Niente punti di sutura.
  • Ridotto sanguinamento.
  • Minor durata dell’intervento chirurgico.
  • Intervento piu’ facile e talvolta meno rischioso (es. Meno rischi di emorragie ecc.).
  • Maggiore facilita’ nel rilevare le impronte.
  • Maggiore facilita’ nel creare denti provvisori.
  • Minor costo dell’intervento.
  • Niente ematomi.
  • Minimo o nessun gonfiore.
  • Dolore post-operatorio ridotto.
  • Minor utilizzo di farmaci nel periodo post-operatorio.
  • Basso rischio di infezioni post-operatorie.
  • Più veloce ritorno ad una vita normale.
  • Possibilità di mangiare cibi solidi subito dopo l’intervento.
  • Perdita di pochi giorni di lavoro
  • Impianti in titanio dello stesso tipo e della stessa qualità (la qualità degli impianti non dipende dalla tecnica utilizzata).

Questo è quanto emerge da una ricerca effettuata dalla University of Southern California School of Dentistry, Los Angeles, CALIFORNIA, USA pubblicata nel 2005 su Clinic Implant Dent Relat Res. (2005, 7 Suppl 1: S21-7)

TUTTI POSSONO SOTTOPORSI ALLA TECNICA TRANSMUCOSA?

No. Anche se con la tecnica transmucosa è possibile risolvere molti casi talvolta non è possibile utilizzare questa tecnica e occorre ricorrere a quella tradizionale, ad esempio non possono sottoporsi alla tecnica transmucosa i pazienti che per mancanza di osso, inseriscono gli impianti contestualmente ad una tecnica chirurgica di grande rialzo del seno mascellare o contestualmente ad una rigenerazione ossea.

GARANZIA DI PROFESSIONALITÀ E QUALITÀ ITALIANA.
La nostra équipe opera nel settore dentale da oltre 25 anni ed è costituita da Odontoiatri laureati in Italia, regolarmente iscritti agli Ordini dei Medici e Odontoiatri italiani. Elevati standard di qualità lavorativa, prodotti a marchio CE, lavori protesici certificati!

(*) Garanzia a vita sui difetti di fabbrica degli impianti.