Implantologia Dentale Approfondimenti

Quando si parla di impiantologia dentale ci si riferisce a quell’insieme di tecniche chirurgiche che hanno lo scopo di guarire il paziente affetto da edentulismo parziale o totale.

Oggi giorno gli impianti sono, generalmente, costituiti da titanio. La tipologia più utilizzata è quella a vite.

E’ di tipo endosseo e, in questo caso, l’impianto viene lasciato sotto la gengiva per il periodo adatto a seconda della sede.

Oltre all’impiantologia endossea esiste quella iuxtaossea, se pur meno utilizzata. In questo secondo caso gli impianti scelti sono a griglia con moncone fisso non sommerso.

Come abbiamo sottolineato è l’impiantologia endossea quella che riscuote maggior successo.  Predilige impianti ( cioè il corpo implantare) a forma di cilindro o di cono. Questi possono essere filettati all’esterno e connessi o meno internamente.

Per spiegarlo in parole semplici l’impianto dentale è quella radice artificiale del dente, che viene inserita nell’osso della mandibola o della mascella per sostituire il dente che manca.

Perchè affidarsi all’implantologia dentale?

Perché è utile, in caso di bisogno, affidarsi a questo tipo di cura? Innanzitutto l’impiantologia dentale è andata a sostituire la pratica di qualche tempo fa che consisteva nell’uso di protesi rimovibili, parziali o totali.

In secondo luogo, uno dei vantaggi di questo approccio, è che gli impianti dentaliimpediscono il riassorbimento osseo. Questo è infatti uno dei rischi che si corre quando si decide di non rimpiazzare il dente mancante. Il riassorbimento dell’osso può portare a complicazioni gravi come la trasformazione dell’aspetto del viso.

Un altro dei pro dell’impiantologia dentale è il fatto di evitare l’altra soluzione possibile in caso di mancanza di un dente. Stiamo parlando del ponte a tre corone, che però impone al dentista di devitalizzare e limare i denti adiacenti. Con l’impianto quindi salverete i vostri denti.

C’è da dire, poi, che se trattati con cura gli impianti durano davvero per lunghi periodi di tempo. A differenza delle protesi mobili, l’impianto non genera dolore o infiammazioni alle gengive e offrono la piacevole sensazione di denti fissi e naturali, che non si muovono.

L’impianto è adatto a tutte le persone che hanno il problema dell’edentulismo. Esistono impianti che vanno a curare la mancanza di un solo dente, di alcuni denti e di tutti i denti.

Questo processo comporta comunque alcuni rischi come il rigetto dell’impianto stesso, infezioni dovute all’intrusione del dentista nel vostro organismo (assicuratevi sempre che gli strumenti siano monouso o sterilizzati con i giusti strumenti) e di lesioni ai nervi (questo però dipende dalla competenza del medico).

In ogni caso informatevi bene e chiedete tutte le informazioni utili al vostro dentista prima di sottoporvi a questo intervento. Si tratta di una procedura ormai consolidata e che potrà cambiarvi davvero la vita, senza il bisogno di usare le scomode e irritanti vecchie protesi rimovibili.