Cos’è una Protesi Dentale Mobile?

La protesi dentale mobile, che può essere parziale o totale, rappresenta una alternativa alla protesi fissa, rispetto alla quale presenta un costo decisamente inferiore. Il vantaggio della protesi mobile ha a che fare direttamente con la sua caratteristica principale, ovvero il fatto di essere del tutto removibile, perchè togliendo la protesi alla fine di ogni pasto, è possibile provvedere con maggiore cura ed attenzione alle operazioni di pulizia, in modo tale da assicurare il benessere della bocca con una corretta igiene orale.

La pulizia accurata della protesi è essenziale per prevenire disturbi come alitosi ed infiammazioni gengivali. Il comportamento più corretto da adottare è quello di spazzolare delicatamente la protesi con l’aiuto di spazzolino, acqua fredda e prodotti specifici, studiati appositamente per non danneggiare i materiali di cui la protesi è fatta. Esistono inoltre particolari pastiglie effervescenti che si sciolgono in un bicchiere d’acqua, in cui si immerge la protesi per ottenere la dovuta igienizzazione, eliminando batteri o residui di pasta adesiva.

Nel caso di protesi mobile parziale, questa va generalmente ad essere fissata sui denti residui, mentre la protesi mobile totale per ovvie ragioni è costretta a poggiare direttamente sulle gengive ed è utilizzata nel caso in cui mancano tutti i denti dell’arcata superiore o inferiore. In quest’ultimo caso si parla di edentulia completa o totale, termine tecnico che sta ad indicare la mancanza di una o di entrambe le arcate dentarie. Dal punto di vista della conformazione vera e propria, la protesi dentale mobile è costituita da una base in resina di colore rosa, su cui vengono inseriti i denti artificiali. La costruzione della protesi deve tener conto naturalmente delle caratteristiche morfologiche ed anatomiche di ciascun cavo orale, per poter assicurare la giusta stabilità e precisione.

Esistono diverse tipologie di protesi mobili, in grado di adattarsi alle esigenze del singolo caso. Il cosiddetto scheletrato è una di queste tipologie ed è caratterizzato dalla presenza di una struttura rigida metallica, costituita generalmente da una lega in cromo cobalto, che fa da supporto alla base di resina ancorata a sua volta ai denti residui per mezzo di ganci metallici.

Esiste inoltre un’altra tipologia di protesi costituita da nylon termoplastico che permette di ottenere un tipo di protesi mobile decisamente più leggera e confortevole, oltre che migliore dal punto di vista dell’estetica perchè non sono presenti ganci metallici che risultano antiestetici.