Turismo dentale all’estero: i miti da sfatare

Negli ultimi anni si sente sempre più parlare di turismo dentale, e sono in molti a ricorrervi con il miraggio di un fantomatico risparmio.

Quest’ultimo in realtà non è sempre garantito, e quella che sembra essere sulla carta un’occasione da cogliere al volo, si rivela in fin dei conti una scelta decisamente sbagliata non solo per le proprie tasche, ma anche e soprattutto per la salute della propria bocca. Sicurezza e professionalità sono due requisiti che ogni clinica odontoiatrica che si rispetti deve poter garantire ai suoi pazienti.

Quello che accade con i centri dentistici sparsi in vari Paesi dell’Europa dell’Est, come la Croazia, la Romania, la Slovenia o l’Albania, è proprio l’impossibilità di ricevere le dovute rassicurazioni circa le reali competenze dei tecnici e dei medici che vi lavorano. Regolamentazioni e controlli sulle certificazioni possedute dal personale e sulla sterilità degli ambienti possono diversificarsi a seconda dello Stato e non assolvere agli elevati standard qualitativi a cui le cliniche odontoiatriche presenti sul suolo italiano devono sottostare.

Per un paziente che ha bisogno di un intervento di implantologia ciò significa correre un rischio in più, e mettere in conto le possibili infezioni e complicazioni a cui si può andare incontro nel caso in cui le procedure non vengano eseguite nel pieno rispetto delle norme igieniche e sanitarie. Pur ammettendo la possibilità di accedere ad un servizio odontoiatrico ad un prezzo leggermente inferiore, è chiaro che il rapporto tra costi e benefici si presenta tutt’altro che vantaggioso, una volta che si considerano i costi da pagare in termini di denaro sonante e salute per risolvere le eventuali complicanze di un impianto mal collocato o realizzato con materiale scadente. La strumentazione e le tecniche adoperate dai dentisti all’estero, inoltre, non possono sempre essere paragonate a quelle selezionate con cura ed esperienza dai professionisti del settore che operano in Italia e che sono soggetti ad un controllo più esteso e capillare da parte delle autorità competenti.

Possibili rischi e svantaggi del turismo dentale all’estero
Quando si decide di ricorrere ad una clinica odontoiatrica all’estero piuttosto che ad una italiana, non si tiene conto spesso della durata complessiva dell’intera procedura dentistica. Ad esempio, nel caso in cui ci si rivolga ad un dentista per un impianto dentale di tipo tradizionale, sarà necessario seguire un determinato protocollo medico, che prevede una prima visita esplorativa del cavo orale, una pianificazione dell’intervento, attraverso la scelta della tecnica più adatta al singolo caso, ed infine il numero di sedute necessarie per ottenere il risultato desiderato, che sia impeccabile sia dal punto di vista estetico che funzionale. Di conseguenza diventa molto più pratico, oltre che economico, scegliere un centro accreditato che si trovi sul posto, e che sia pertanto semplice da raggiungere tutte le volte di cui si avrà bisogno. Questo aspetto si rivela particolarmente importante nei giorni e nelle settimane successive all’impianto vero e proprio.

In determinati casi, infatti, il dentista decide di procedere dapprima con una protesi provvisoria e, solo in un secondo momento, con quella definitiva, dopo aver ottenuto i riscontri voluti circa la corretta osteointegrazione dell’impianto. Prima di arrivare ad un tale risultato, il paziente dovrà sottoporsi a controlli periodici, a distanza di una settimana o di quindici giorni dall’originario intervento di implantologia, al fine di tenere sotto stretta osservazione il processo fisiologico di guarigione dei tessuti molli del cavo orale. Anche dopo l’impianto della protesi definitiva, il paziente generalmente viene seguito da un’equipe di esperti igienisti ed odontoiatri, che ad intervalli regolari si preoccuperanno di fornire al loro assistito tutta l’assistenza di cui potrebbe aver bisogno. Rispettare un certo tipo di protocollo, attenendosi alle raccomandazioni ed all’intervento di personale medico specializzato può fare la differenza tra un’operazione di implantologia perfettamente riuscita ed una gravata da una serie di problematiche più o meno serie.

Come ogni intervento medico e chirurgico, anche quello di implantologia dentale può presentare dei rischi o comunque dei margini di errore. Spetta all’equipe di odontoiatri mettere in campo tutta la professionalità e l’esperienza acquisite con anni di studio e di pratica, per prevenire tali possibili complicazioni o per porvi immediatamente rimedio, tutelando il più possibile gli interessi e la salute del paziente. A differenza di quanto accade con le cliniche odontoiatriche estere, che spesso promettono grandi risparmi senza poter dare reali garanzie di riuscita dell’intervento, i professionisti del Gruppo Dentista.tv sono in grado di assicurare il possesso di tutti i requisiti necessari per operare in piena sicurezza e nel rispetto della normativa vigente. A prestare servizio all’interno del gruppo sono, infatti, laureati in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria, regolarmente iscritti ai rispettivi albi professionali.

Data l’importanza di un continuo aggiornamento nel campo dell’implantologia e della cura del cavo orale in generale, il personale del Gruppo Dentista.tv è incentivato a seguire corsi di alta specializzazione, in modo tale da acquisire dimestichezza con le tecniche più innovative ed efficaci, introdotte nel settore odontoiatrico. Il costante aggiornamento professionale, insieme all’impiego esclusivo di impianti italiani certificati CE, tiene alti gli standard di qualità del lavoro, rappresentando un’ulteriore garanzia di affidabilità e professionalità. Mettere il benessere del proprio sorriso nelle mani di personale esperto ed accreditato, piuttosto che lasciarsi sedurre da proposte di un possibile risparmio da parte di presunte cliniche odontoiatriche estere, è senza dubbio la scelta più saggia da prendere.